Lastre Compatte - PoliComp®
Lastre compatte di policarbonato protetto U.V. su 2 lati.
Lo sviluppo delle tecnologie nel campo dell’estrusione ha permesso la realizzazione di un impianto unico in Europa per la produzione di lastre in policarbonato compatto di larghezza 2.500mm di vari spessori e colori. La gamma di prodotti in policarbonato compatto si suddivide in lastre Policomp®, con protezione U.V. su entrambi i lati, e lastre Scudo®, non U.V. protette ideali per applicazioni di tipo industriale.
Lastre compatte di policarbonato non protetto U.V.
Caratteristiche
  • Punti di forza
  • Unico impianto con produzione di larghezza fino a 2.500mm
  • Trasmissione della luce
  • Resistenza agli urti
  • Resistenza ai raggi U.V. ed alla grandine
  • Semplicità di lavorazione
  • EuroClass B-s2,d0[sp. da 2 a 6mm]
  • Class1 EN 13501-1 [sp. da 8 a 12mm]
  • Applicazioni
  • Finestrature verticali
  • Coperture
  • Coperture curve
  • Controsoffitti
  • Finestrature verticali
  • Coperture curve
Trattamenti speciali
Caratteristiche
  • Punti di forza
  • Facilità ed economia di posa
  • Trasmissione della luce
  • Isolamento termico
  • Autoportanza
  • Applicazioni
  • Parete divisorie interne
  • Controsoffitti
  • Protezioni antinfortunistiche

Standard di produzione

SPESSORE mm 2 3 4 5 6 8 10 12 15
Larghezza mm 2050-2500 2050-2500 2050-2500 2050-2500 2050-2500 2050-2500 2050-2500 2050-2500 2050-2500
Lunghezza mm 6100 6100 6100 6100 6100 6100 6100 6100 6100
Peso Kg/m² 2,4 3,6 4,8 6 7,2 9,6 12 14,4 18
Peso vetro Kg/m² 5 7,5 10 12 15 20 25 30
Trasmittanza termica W/m²K 5,6 5,4 5,3 5,1 5 4,8 4,5 4,3 4,1
Trasmittanza termica vetro W/m²K 5,87 5,82 5,8 5,77 5,71
Isolamento acustico dB 25 26 27 28 29 31 33 34
Trasmissione luminosa trasparente trasparente 91 90 90 89 88 86 83 80 78
Trasmissione luminosa bronzo bronzo 70 60 51 43 41 33 29 23 15
Trasmissione luminosa azzurro light blue 62 57 52 47 42
Trasmissione luminosa opale opale 60 53 48 42 38 30 22 16 11
Trasmissione luminosa verde verde 83 79 75 71 67 59 51 43

Resistenza al carico lastre fissate su 4 lati

Dimensioni della lastra
Larghezza (m)
0.25 0.50 0.75 1.00 1.25 1.50 1.75 2.00
Lunghezza pannello (m)
0.25 A1 A1 A1 A1 A1 A1 A1 A1
0.50 A1 A2 A3 A4 A4 A4 A4 A4
0.75 A1 A3 A5 A6 A7 A7 A7 A7
1.00 A1 A4 A6 A8 A9 A9 A10 A10
1.25 A1 A4 A7 A9 A10 A11 A12 A13
1.50 A1 A4 A7 A9 A11 A13 A14 A15
1.75 A1 A4 A7 A10 A12 A14 A16 A17
2.00 A1 A4 A7 A10 A13 A15 A17 A18
2.25 A1 A4 A7 A10 A13 A16 A18 A19
2.50 A1 A4 A7 A10 A14 A16 A19
2.75 A1 A4 A7 A11 A14 A16 A19
3.00 A1 A4 A7 A11 A14 A17 A19
3.25 A1 A4 A7 A11 A14 A17
3.50 A1 A4 A7 A11 A14 A17
3.75 A1 A4 A7 A11 A14 A17
4.00 A1 A4 A7 A11 A14 A17
4.25 A1 A4 A7 A11 A14 A17
4.50 A1 A4 A7 A11 A14 A17
4.75 A1 A4 A7 A11 A14 A17
5.00 A1 A4 A7 A11 A14 A17
Selezione dello spessore
Carico (daN/m2)
AREA 60 80 100 120 140
A1 3 3 3 3 3
A2 3 3 4 4 4
A3 4 4 4 4 5
A4 4 4 5 5 6
A5 5 5 5 5 6
A6 5 6 6 6 8
A7 6 6 8 8 8
A8 6 6 8 8 8
A9 8 8 8 8 10
A10 8 8 10 10 10
A11 10 10 10 10 12
A12 10 10 10 12 12
A13 10 10 10 12
A14 10 12 12
A15 10 12 12
A16 10 12 12
A17 12 12
A18 12 12
A19 12

Resistenza al carico lastre curvate a freddo fissate su 3 lati

Raggio minimo curvatura
SPESSORE 2 3 4 5 6 8 10 12
Raggio (mm) 300 450 600 750 900 1200 1500 1700
60(daN/m²)
90(daN/m²)
120(daN/m²)
I grafici indicano la resistenza al carico di PoliComp e Scudo, a seconda sia dello spessore della lastra sia del raggio di curvatura
Facilità di posa

Taglio lastre

Le lastre Policomp ® e Scudo ® possono essere lavorate meccanicamente a freddo, mediante taglio, piegatura e foratura, con attrezzature standard ad alta velocità. Si consiglia di evitare gli intagli che influiscono in modo negativo sulle caratteristiche meccaniche del policarbonato.

Incollaggio delle lastre

Per l’incollaggio delle lastre in policarbonato compatto devono essere utilizzati esclusivamente adesivi neutri e compatibili al policarbonato.
TAGLIO Sega circolare Sega nastro Fresa
Angolo di spoglia 20° - 30° 20° - 30° 20° - 30°
Angolo d'inclinazione 15° 0,5° 0° - 5°
Velocità di taglio (m/min) 1.800 - 2.400 600 - 1000 100 - 500
Velocità di alimentazione (m/min) 19 - 25 20 - 25 0,1 - 0,5
Distanza tra i denti dell'ingranaggio (mm) 2 - 5 1,5 - 2,5 -

Foratura delle lastre

Le lastre Policomp ® e Scudo ® possono essere forate con trapani standard. Al fine di evitare il danneggiamento delle lastre durante la loro lavorazione, si consigliano le seguenti prescrizioni: Il foro deve trovarsi ad una distanza minima dal bordo della lastra pari a 1,5 x il diametro del foro; non utilizzare olio da taglio; utilizzare filettature di fissaggio qualora non vi siano altre alternative; in seguito all’intaglio la lastra potrebbe rompersi.
Parametro Valore
Angolo di spoglia α 5° - 8°
Angolo della punta ψ 90° - 130°
Angolo d'elica β ˜ 30°
Angolo d'inclinazione γ 3° - 5°
Velocità di taglio 10-60 n/min
Avanzamento punta 0,1-0,5 mm/giro

Termoformatura e piegatura a caldo

Prima di procedere alla termofor- matura, togliere le pellicole pro- tettive e prescaldare a 120°C, per eliminare l’umidità assorbita. si consiglia l’utilizzo di forni a circolazione d’aria con controllo della temperatura. L’aria deve circolare fra le lastre. L’immagazzinamento in un luogo asciutto, consente di ridurre di un terzo il tempo di preriscaldamento in un forno. Poichè il riassorbimento dell’umidità ha inizio quando la temperatura della lastra asciutta scende al di sotto dei 100°C, la termoformatura deve avvenire subito dopo l’essicazione. Per la piegatura a caldo si consi- glia una temperatura compresa fra i 155°C ed i 165°C.
Applicazione lastre piane

Le lastre in policarbonato compatto possono essere installate nella maggior parte delle strutture e dei telai in PVC, legno, acciaio ed alluminio. Il telaio deve mantenere fissa la lastra, consentendo, nel contempo, la possibilità della stessa di dilatarsi. La scelta dello spessore della lastra, si definisce in base ai valori di carico richiesti. In relazione alle dimensioni della lastra, dalla tabella A, si determina l’area effettiva, e quindi lo spessore. Dalla tabella B, si determina in base alle dimensioni della lastra (AREA) ed al valore di portata richiesto, lo spessore della lastra da utilizzare. I valori riportati nella tabella B (in pressione e depressione) sono definiti considerando le lastre fissate su quattro lati, con un valore massimo di flessione (freccia) pari a 50mm.

Installazione telaio

Una particolare attenzione deve essere rivolta durante il taglio delle lastre, affinchè vi sia uno spazio sufficiente per la dilatazione termica, evitando tensioni sul materiale. La tolleranza deve essere presente sia nella larghezza, che nella lunghezza. In base alle dimensioni dei telai, dalla tabella a fianco si riporta il valore per la rifilatura delle lastre per permettere l’espansione termica delle lastre. L’innesto del bordo deve avere una profondità sufficiente per consentire l’espansione del materiale, ed evitare che la lastra esca dal telaio.
TELAIO (mm) Rifilitura lastra (mm)
300 - 1.000 3
1.000 - 1.300 4
1.300 - 1.700 5
1.700 - 2.000 6
2.000 - 2.300 7
2.300 - 2.700 8
2.700 - 3.000 9
Applicazione lastre curve

Policomp® si presta ottimamente alla realizzazione di strutture integrali ad arco (tipo tunnel). Il raggio minimo di curvatura sarà pari a 150 volte lo spessore della lastra. La scelta dello spessore della lastra, dipende oltre che dal raggio di curvatura R, anche dalla larghezza della lastra W. La lunghezza L, deve essere sempre maggiore della larghezza W.

Esempio:
Stärke der Platte: 3 mm
Raggio min. = 3 x150= 450mm

Accessori
cod. 2760
Guarnizione a palloncino
cod. 2761
Profilo distanziale intermedio TT
cod. 4890
Profilo superiore in AL anodizzato con vite a vista
cod. 4891(+4892)
Profilo superiore in AL anodizzato con vite nascosta
cod. 4892(+4891)
Copri profilo in AL
cod. 4893
Profilo inferiore in AL anodizzato, spessori 2÷12 mm
cod. 4898
Tappo di chiusura in PC grigio
Progetti correlati
Catania - Italia
Centro Sicilia
Bulgariaoy
Enev
Trnava - Slovacchia
Stadio di Trnava
Francia
Miasons Du Monde
Catania - Italia
Centro Sicilia